Carlo Emanuele III di Savoia (1730-1773) · Regno di Sardegna · Periodo anteriore alla riforma monetaria del 1754

Zecchino da 9,15 lire · 1743 · Annunciazione 1° tipo · Torino · Oro

Zecchino da 9,15 lire d'oro, coniato nel 1743 a Torino · Oro (Au) 990‰ · ø 21,0/21,5 mm · peso 3,45 g · asse di conio a 180° · Massima rarità, solo citazione senza riscontro materiale

Dritto

CAROLVS • EMANVEL / D • G • SARDINIÆ • REX

Aquila con volo alzato coronata, caricata nel cuore dello scudo ovale di Savoia con il fondo liscio; intorno, il collare del supremo ordine della Santissima Annunziata.

Rovescio

Scena dell'Annunciazione; nell'esergo 1743.

Contorno

Cordonato in rilievo

Altre informazioni

Questa moneta da uno zecchino da 9,15 lire, datata 1743, è stata catalogata dal CNI [I, p. 382, n. 64], poi ripreso da altri autori, il quale fa riferimento al Promis [II, tav. LXIV, n. 18]. Tuttavia, di questa moneta non si conosce alcun esemplare.

Zecchino da 9,15 lire · Annunciazione 1° tipo · Oro

Altre informazioni

Le monete da uno zecchino del 1° tipo, rispetto a quelle del 2° tipo, presentano, nel dritto, l'aquila con volo alzato (ali filanti verso l'alto) anziché spiegata (ali ampie a ventaglio) e con il collo allungato anziché corto; inoltre, lo scudo crociato di Savoia, caricato in cuore, è ovale anziché rotondo e presenta lo sfondo liscio anziché rigato. Nel rovescio, la scena dell'Annunciazione è più grande e di fattura meno raffinata.

Queste monete da uno zecchino d'oro furono coniate dal 1743 al 1744, complessivamente, in 518.794 pezzi, che furono poi ritirati dalla circolazione nel 1757 [Traina 1967, tav. LII, nota dopo il n. 4a].

Le monete da 4 zecchini ed i loro spezzati: zecchino, mezzo zecchino, sesto di zecchino e ottavo di zecchino, sono le monete auree coniate dai Savoia nel XVIII con la maggior quantità di oro fino. Non solo, ma agli zecchini, con il loro ottavo, spetta un altro primato: quello della moneta d'oro più piccola battuta in oltre un millenio di numismatica sabauda [Traina 1967, p. 174].

Zecchino da 9,15 lire · 1743 · Annunciazione 1° tipo · Torino · Oro

Stato scheda

Non completata

Oggetto emissione

Moneta

Tipo emissione

Ordinaria

Nominale

Zecchino da 9,15 lire

Valore unità monetaria

9,15 lire piemontesi

Tipo

1° tipo

Materiale

Oro (Au)

Titolo

990‰

Anno

1743

Diametro

21,0/21,5 mm

Peso legale

3,45 g

Peso reale

3,36/3,46 g

Asse di conio a

180° (ore 6)

Tipo del dritto

Aquila con volo alzato

Tipo del rovescio

Annunciazione

Legenda rovescio
Tipo contorno

Cordonato in rilievo

Zecca
Produzione

Coniazione meccanica al "molinetto" con virola e cordone

Rarità

Massima rarità, solo citazione senza riscontro materiale (R7)

Normativa

Carlo Emanuele III di Savoia (1730-1773) · Regno di Sardegna · Periodo anteriore alla riforma monetaria del 1754

Serie

Stati italiani (dall'anno 800)

Monetazione

Regno di Sardegna

Autorità

Carlo Emanuele III di Savoia (1730-1773)

Dinastia

Savoia

Ramo

Bresse

Titolo

Re di Sardegna

Ruolo

Re

Modalità

Legittimo

Sub monetazione

Periodo anteriore alla riforma monetaria del 1754

Politica

Stati indipendenti

Stati preunitari italiani

Tipo unità monetaria

Moneta effettiva (dal 1720 al 5/8/1816)

Sistema ponderale
Unità ponderale
Anni

1732, 1733, 1734, 1735, 1736, 1737, 1738, 1739, 1740, 1741, 1742, 1743, 1744, 1745, 1746, 1747, 1748, 1749, 1750

Tipi emissione

Ordinaria

Presentazione

Materiali

Argento (Ag)

Mistura di argento (Mi)

Oro (Au)

Rame (Cu)

Nominali

2 denari da 1/6 di soldo, Cu 1.000‰, 1,76 g

2,6 soldi, Mi 146‰, 3,42 g

2,6 soldi, Mi 146‰, 3,73 g

4 zecchini da 36 lire, Au 990‰, 13,9 g

5 soldi, Mi 250‰, 4,45 g

5 soldi, Mi 250‰, 4,95 g

Doppia da 4 scudi, Au 906‰, 6,7 g

Doppia da 4 scudi, Au 916‰, 7,22 g

Lira da 20 soldi, Ag 917‰, 5,62 g

Lira da 20 soldi, Ag 917‰, 5,72 g

Lira da 20 soldi, Ag 917‰, 5,97 g

Mezza doppia da 2 scudi, Au 906‰, 3,35 g

Mezza doppia da 2 scudi, Au 916‰, 3,6 g

Mezza lira da 10 soldi, Ag 917‰, 2,85 g

Mezza lira da 10 soldi, Ag 917‰, 2,98 g

Mezzo scudo da 2,10 lire, Ag 917‰, 14,9 g

Mezzo zecchino da 4,17 lire, Au 990‰, 1,74 g

Ottavo di scudo da 0,12 lire, Ag 917‰, 3,73 g

Ottavo di zecchino, Au 990‰, 0,42 g

Quarto di scudo da 1,5 lire, Ag 917‰, 7,45 g

Scudo da 5 lire, Ag 917‰, 29,8 g

Sesto di zecchino, Au 990‰, 0,58 g

Soldo da 12 denari, Mi 104‰, 1,9 g

Soldo da 12 denari, Mi 105‰, 2,05 g

Zecchino da 9,15 lire, Au 990‰, 3,45 g

Tipi del dritto

Angelo Gabriele

Aquila con volo alzato

Aquila spiegata

Busto corazzato e paludato col collare

Croce piana

Testa nuda

Tipi del rovescio

Annunciazione

Cifre del sovrano

Nodo d'amore

Santa Vergine

Scudo a cartoccio

Scudo ovale a cartoccio

Scudo sagomato

Iscrizione rovescio
Tipi contorno

Cerchi concatenati in rilievo

Cordonato in rilievo

Foglie alternate a punti in rilievo

Foglie in rilievo

Intrecciato in rilievo

Liscio

Zecche

Milano, Senza marchio

Torino, Senza marchio

Produzione

Coniazione meccanica al "molinetto" con virola e cordone

Direttori generali

DE GREGORI, Senza marchio, Torino

RECALDINI V. A., Senza marchio, Torino

Economi

COMPAYRE L., Senza marchio, Torino

PITOÈ, Senza marchio, Torino

VIALE L., Senza marchio, Torino

Incisori

DONÒ Giovanni Battista, Senza marchio, Torino

MALTESE Giovanni Maria, Senza marchio, Torino

Gigante Fabio
Fabio Gigante
Monete del Regno di Sardegna
Digital Encyclopedic Edition
#
Indice